mercoledì 21 marzo 2012

Pastiera al bulgur


Questa pastiera rivisitata, è venuta fuori seguendo una ricetta di Luca Montersino, dalla quale ho estrapolato il solo ripieno. I tempi di cottura, rispetto alla pastiera classica, sono notevolmente inferiori, il necessario affinchè cuocia la frolla. La pezzatura del bulgur, più minuta rispetto a quella del grano, miscelata alla ricotta montata e alla crema pasticcera, quella con  panna e amido, impareggiabile per sofficità, creano uno straordinario sodalizio armonico con le note legnose dello sciroppo d'acero, che in questa ricetta sostituisce in toto lo zucchero. E' rivolta a coloro i quali trovano dozzinale il sapore della pastiera. A voi la giusta alternativa.

Per la pasta frolla (vedi qui)

Per il ripieno

- 300 gr. di ricotta di pecora
- 300 gr. di bulgur
- 300 gr. di crema pasticcera
- 150 gr. di sciroppo d'acero
- 10 gr. scorza d'arancia
- 1 cucchiaino di cannella macinata

Per la frolla procedete come indicato nel post della Pastiera Napoletana.

Passiamo al ripieno. Lessate in acqua il bulgur, lasciatelo raffreddare, dopodichè ponetelo in una capiente terrina.

Passate al setaccio la ricotta di pecora, o in alternativa sbattetela a frusta con il robot da cucina montandola leggermente. 

Incorporate al bulgur la ricotta, la scorza d'arancia, la cannella macinata, lo sciroppo d'acero e la crema pasticcera. Amalgamate delicatamente fino ad ottenere un composto perfettamente omogeneo.

Imburrate e infarinate una tortiera di 20-22 cm. Su una superficie leggermente infarinata stendete col matterello la frolla, avendo cura di toglierne una parte per la decorazione. Foderate la tortiera e con una forchetta bucherellatene il fondo, dopodichè versate il composto e livellate. Con la frolla messa da parte formate delle striscioline che adagerete a griglia sulla pastiera.

Cuocete in forno preriscaldato a 180° C per 25 minuti.   

Nessun commento:

Posta un commento